Notizia di Cassina de' Pecchi

Rumori fuori scena

Il 11/02/2012

RUMORI FUORI SCENA di M. Frayn regia di Irina Galli

con Francesco Basile, Montserrat Camps Llorens,
Vittorio Carotenuto, Astrid Casali, Francesco D’Amelio,
Tristano Esercizio, Claudia Gallo, Veronica Gasparoli, Marco Sandretti
produzione Centro Studio Attori

Venerdì 11 febbraio 2011 – ore 21.00
Ingresso: posto unico € 5,00
Piccolo teatro della martesana – Via triesta 3g/2 http://www.teatrocinque.it/martesana/index.shtml
Info e prenotazioni:
Tel. 02 5811 4535
Fax 02 3657 0630

e-mail:  cassina@teatrocinque.it – info@teatrocinque.it

Una compagnia teatrale inglese alle prese con la prova generale di “Con niente addosso”, la notte prima del debutto.
Niente lascia prevedere che lo spettacolo riuscirà ad andare in scena, come spesso accade.

Le dinamiche interpersonali tra gli attori e tra gli attori e il regista, condizionano il lavoro: la prima attrice, che è anche finanziatrice dello spettacolo, non ricorda le battute, né i movimenti scenici che riguardano inspiegabili entrate e uscite di piatti di sardine e di giornali.
L’attore più anziano della compagnia sordo e alcolizzato si dilegua spesso e volentieri.
Il regista si dispera, cercando di districarsi tra intrighi amorosi triangolari e pasticche di valium.

Il tutto per rappresentare la storia di una coppia benestante, proprietaria di un antico mulino ristrutturato, fuggita in Spagna, inseguita dal fisco.
Nella casa, data in affitto tramite un’agenzia immobiliare, si inseguono la governante, i coniugi tornati di nascosto, un impiegato dell’agenzia con l’amante e uno scassinatore.
Di “Con niente addosso” vediamo solo il primo atto.

In qualche modo si riesce a debuttare e il secondo atto si apre pochi minuti prima dell’inizio di una replica pomeridiana durante la tournée.
Ora la scena è capovolta e assistiamo a tutto quel che accade dietro le quinte durante lo spettacolo.

Alcuni degli studenti della scuola professionale per attori del Centro Studio Attori alle prese con “La” commedia.

La conoscenza profonda delle dinamiche interpersonali strettamente legate all’ambito teatrale e la maestria con la quale i personaggi, vivacemente caratterizzati, vengono travolti da avvenimenti imprevedibili ad un ritmo incalzante, rendono il lavoro su quest’opera una sfida notevole per dei giovani attori, tesa a riuscire a realizzare personaggi credibili senza cadere nei facili tranelli dell’effetto scenico, sempre in agguato nei testi comici.

La regia di “Rumori fuori scena” è incentrata sul lavoro dell’attore, semplifica l’impianto scenografico togliendone gli aspetti naturalistici e conservando solo gli elementi essenziali dello spazio, valorizzando il più possibile il gioco tra ciò che accade dentro e fuori dalla scena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>