Notizia di Besana in Brianza

Battaglie di ieri e di oggi

Il 06/02/2015

Con l’inizio del 2015 il Comune di Besana in Brianza presenta il Cineforum di inverno dal titolo ‘Battaglie di ieri e di oggi’

Tutte le proiezioni si terranno presso il Cine teatro Edelweiss ( Piazza Cuzzi – Oratorio S.Carlo e S.Luigi).

Alle h 20.45 : Introduzione e presentazione del film a cura del dott. Francesco Tremolada
Alle h 21 : Inizio proiezione
A seguire del film, breve dibattito.

Posto unico: 5€

VENERDI’ 9 GENNAIO
‘Anime Nere’ un film di Francesco Munzi
La storia di tre fratelli invischiati nella malavita calabrese e nelle lotte tra famiglie di un piccolo paese dell’Aspromonte.

VENERDI’ 16 GENNAIO
‘Due giorni, una notte’ un film di Luc e Jean-Pierre Dardanne
Sandra ha un solo fine settimana per fare visita ai suoi colleghi e convincerli a sacrificare i loro bonus in modo che possa mantenere il suo posto di lavoro. Ma alcuni di loro non possono fare a meno di quei 100 Euro promessi per pagare bollette o fare fronte ad altre spese incombenti.

VENERDI’ 23 GENNAIO
‘Torneranno i prati’ un film di Ermanno Olmi
Una trincea nel nulla, dove il nulla è una montagna di boschi e di neve, in uno spazio angosciante e ristretto che è luogo sia di salvezza sia di prigionia vive un manipolo di soldati italiani dalle più disperate zone dello stivale.

VENERDI’ 6 FEBBRAIO
‘Class Enemy’ un film di Rob Bicek.
Slovenia, oggi. Un liceo come tanti. Una classe come tante. Una quotidianità come tante. Ma è davvero tutto così ordinario, così regolare? E’ davvero tutto così tranquillo, sotto la patina di normalità?

VENERDI’ 13 FEBBRAIO
‘Trash’ un film di Stephen Daldry.
Come ogni giorno due ragazzini di una favela di Rio scavano fra i detriti di una discarica locale e non possono immaginare che il portafoglio appena trovato cambierà le loro esistenze per sempre.

VENERDI’ 20 FEBBRAIO
‘Viviane’ un film di Ronit e Shlomi Elkabetz
Il film racconta la storia di Viviane, una donna che da tre anni cerca invano di ottenere il divorzio dal marito Elisha davanti all’unica autorità che in Israele possa concederglielo: il tribunale rabbinico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>